La posizione della scrivania in ufficio

Posizionare correttamente una postazione di lavoro all'interno di un ambiente e' molto importante per garantire la massima qualita' di confort per l'operatore.

Posizionare correttamente una postazione di lavoro all'interno di un ambiente e' molto importante per garantire la massima qualita' di confort per l'operatore.

Le scrivanie e i mobili ad essa collegati dovranno essere posizionati con il lato corto parallelo alle finestre. In tale posizione la luce naturale illuminera' il piano di lavoro senza rifrangersi sul monitor del pc e senza abbagliare l'operatore. Quando questo non fosse possibile, il male minore e' mettersi con le finestre alle spalle e utilizzare tendaggi e schermi  per pc senza riflesso.

Mai sotto un climatizzatore. L'aria diretta di un climatizzatore, specialmente se fredda, puo' portare spiacevoli malanni ed e' quindi consigliato posizionare gli arredi in modo tale da non essere colpiti direttamente dal getto d'aria.

E' consigliato non posizionare una postazione di lavoro in modo che costringa l'operatore a dare le spalle ad una porta di frequente utilizzo. Istintivamente si girerebbe per vedere chi ha dietro distraendosi di frequente. Per la stessa ragione e' bene non creare passaggi o corridoi alle spalle di un collaboratore. Come per le finestre e' meglio che la scrivania sia orientata con il lato corto verso la porta.

Ricordiamo che tra il lato lungo verso l'operatore di una postazione e il muro ci dovranno essere 90 cm (minimo 80 cm) e che il passaggio tra due scrivanie (o tra il lato corto di una scrivania e il muro) ci dovra' essere uno spazio di 90 cm (minimo 60 cm).

Se desideri scoprire le nostre proposte su come arredare un ufficio, scrivici utilizzando il form a lato oppure contattaci utilizzando uno dei riferimenti sottostanti.