Salone del Mobile 2020 a Milano: le Date e le Novità

Durante gli anni ’60, ormai lontano dagli echi della II Guerra Mondiale, l’Italia, come altre Nazioni coinvolte nel conflitto, affronta con slancio la ricostruzione di interi quartieri e città.

Salone del Mobile Milano 2020

Questi grandi edifici vuoti comportarono la necessità di arredi ed oggetti con cui riempirli, pertanto l'industria dell’arredamento italiana ricevette un enorme impulso di pari passo con quella tedesca, alle prese con la stessa esigenza.

La Germania, proprio nel 1960, a Colonia riapre al mondo la Koelnmesse, storica esposizione che riguardava proprio il settore della casa e dell'arredamento.

Dopo aver verificato che l’evento di Colonia era stato effettivamente molto seguito e che gli espositori vi avevano partecipato con molto interesse, un gruppo di imprenditori italiani del settore, decisero che anche in Italia c'era la possibilità di creare un evento simile.

Venne così creato, nel 1961, il Cosmit ("Comitato Organizzatore del Salone del Mobile Italiano") che darà vita alla prima edizione del Salone del Mobile.

Dal 1967 la manifestazione divenne internazionale ad anni alterni e dal 1991 lo verrà trasformata in annuale.

Alla fine dell'edizione del 1994 si tenne una conferenza a Colonia e il salone italiano venne dichiarato il primo al mondo.

Espositori e ospiti al Salone del Mobile
Espositori e ospiti al Salone del Mobile
Dentro il Salone del Mobile di Milano
Dentro il Salone del Mobile di Milano

Dal 2005 il Salone Internazionale del Mobile, si svolge annualmente in aprile durante la Settimana del Design presso la Fiera di Milano a Rho.

L'evento più importante correlato al Salone è il Fuorisalone, ma sono stati creati, nel corso degli anni, anche altre manifestazioni come

  • EuroCucina, che si dedica ai complementi d'arredo per le cucine,
  • Salone Internazionale del Bagno, che si occupa di complementi d'arredo per il bagno,
  • Salone Ufficio, ovvero il salone dedicato all’ambiente di lavoro,
  • la biennale Euroluce, il salone dell'illuminazione,
  • il Salone Satellite, ovvero piccoli stand dedicati ai giovani designer.


Prima che diventasse annuale, quello che diventerà dal 2015 il Workplace3.0 veniva presentato al Salone del Mobile di Milano insieme ad Euroluce durante gli anni dispari, mentre in quelli pari erano EuroCucina e Salone Internazionale del Bagno ad esporre i propri prodotti.

L’evoluzione dei Saloni paralleli è stata esponenziale e, da segmento di mercato, sono diventati veri e propri avvenimenti capaci di calamitare pubblico da ogni parte del mondo.

Design sempre protagonista a Milano
Design sempre protagonista a Milano
Tavoli da Ufficio a Milano - Design Moderno in bianco
Tavoli da Ufficio a Milano - Design Moderno in bianco

A partire dal 2019 si è ripensato ad un nuovo format per l’ufficio al Salone del Mobile di Milano, ossia:

"portando le aziende del settore più vicine alla collettività, dove potranno esporre al meglio senza essere legate al vincolo della merceologia… a favore di una vicinanza tra brand affini per altri aspetti, come il posizionamento o lo stile, oppure legati a una stessa azienda"

ha dichiarato Claudio Luti, presidente del Salone del Mobile.

Si è pensato quindi ad un’esposizione “liquida” in tutta la fiera per mettere in scena al meglio l’evoluzione dell’idea di ambiente lavorativo, dinamico ed aperto alla condivisione, capace di coniugare spazio personale e professionale.

Nel 2020, per cause di forza maggiore, il Salone è stato posticipato inizialmente nelle date dal 16 al 21 giugno, e definitivamente dal 13 al 18 di aprile 2021.

L’impostazione espositiva verrà rinnovata ulteriormente facendo entrare a far parte della grande famiglia anche la S.Project.

Tratto distintivo di S.Project è la multisettorialità: sarà infatti uno spazio dedicato alla raccolta e valorizzazione delle proposte, un punto di contatto tra retailprogettisti ed Aziende.

Tra le novità annunciate, quelle più importanti saranno relative allo smart working e agli accessori e arredi per ufficio dedicati al mondo domestico, come armadiature per archiviazionescrivanie compatte e sedute ergonomiche che sappiano integrarsi con l'arredamento di casa.

Come rendere l’Ufficio Smart per Lavorare da Casa

Le opportunità di lavorare da casa sono in costante aumento e, sempre più persone, scelgono lo smartworking per portare avanti la propria professione.

In continuità con le tematiche introdotte nella scorsa edizione dall'architetto Jean Nouvel, anche questa edizione poporrà istallazioni dedicate all'evoluzione dell'ambiente di lavoro che sempre di piu' tende a ridurre le postazioni fisse a favore di zone condivise dove confrontarsi e far nascere nuove idee.

Infine, non mancheranno le nuove proposte nel campo del benessere acustico e sulla fonoassorbenza.

Le piu' rilevanti sono sicuramente quelle inerenti al verde verticale, cioè le istallazioni di licheni stabilizzati su pareti interne che non necessitano di manutenzione.

Divisione Ufficio si trova a Milano e propone diversi modelli di Mobili e Arredamento da Ufficio, come Scrivanie, Tavoli, Armadi, Pareti Divisorie e altri elementi in grado di soddisfare ogni tipo di esigenza. Per saperne di più, contattateci utilizzando uno dei riferimenti sottostanti.