Come Arredare l'Ufficio - Idee e Suggerimenti

Nato negli anni '90 con le prime dotcom (le startup del mondo digital) nella Silicon Valley e poi esportato in tutto il mondo, l'open space è diventato ben presto quasi un vero e proprio modello di lavoro. Grandi spazi condivisi, luminosi e arredati con stile si accompagnano, nell'immaginario, a modalità di lavoro più innovative e creative tra i colleghi e i team di lavoro.

Nel settore degli arredi per ufficio si incontrano spesso termini che non sono facilmente comprensibili per chi non è del settore.  La maggior parte delle volte si tratta di particolari nomi di mobili o accessori che identificano alcuni tipi di arredi per ufficio: ne sono esempi termini come “scrivania direzionale”, oppure “classificatore” o “parete attrezzata”.

La scelta della sedia da utilizzare in un ufficio è una delle più importanti nella progettazione di una postazione. Avete mai pensato a quante ore si trascorrono davanti ad una scrivania? Nell'arco di una vita in ufficio, ci sediamo circa 200.000 sulla sedia che abbiamo scelto

La sicurezza e il comfort degli ambienti di lavoro dipendono da numerosi fattori, a cominciare dalle dimensioni degli spazi, illuminazione, areazione, tipologia e disposizione degli arredi. Per garantire la massima sicurezza, nel momento in cui si valutano i mobili per gli uffici è necessario porre attenzione anche alla scelta di prodotti e materiali ignifughi.

La fruizione degli uffici e le modalità di lavoro sono cambiate nel tempo, determinando di conseguenza anche una trasformazione nella tipologia di arredi utilizzati. Spazi ampi e condivisi, team in movimento, smart working, coworking, impongono una rivisitazione dei luoghi di lavoro affinché siano al passo con le nuove necessità.

Smart working, coworking, nomadi digitali... l'era del posto fisso sembra ormai volgere al termine, spinta anche dalla impetuosa trasformazione digitale degli ultimi anni, che sta rivoluzionando quasi ogni settore e provocando profondi cambiamenti anche nel modo di lavorare.